Viaggi

Sevilla

Quien no ha visto Sevilla no ha visto maravilla!

Anche quest’anno ho deciso di organizzare un viaggio nel mese di Febbraio e, per fare una full-immersion di spagnolo, la scelta non poteva che ricadere su Siviglia, definita la migliore meta da visitare secondo Best in travel 2018, ovvero la classifica internazionale delle mete da non perdere curata dalla guida Lonely Planet.

Siviglia, capolugo dell’Andalusia, è oggi una metropoli moderna dove, insieme alla valorizzazione delle tradizioni antiche, si sviluppano nuove architetture e si sperimentano mezzi di trasporto ecologici. Una città verde, affascinante e volta al futuro. Un tour tra storiche bellezze e nuove visioni in una delle città più amate della Spagna.

Panorama Siviglia.jpg

Se avete la possibilità di sfruttare qualche giorno in più di vacanza, a mio parere, una settimana sarebbe ideale per visitare Siviglia e pianificare una gita fuori porta come per esempio a Cordova e a Cadice.

Mapa de Sevilla

UN PO’ DI STORIA ……

Se c’è un tratto comune che lega i diversi periodi della storia di Siviglia, questo è il susseguirsi di culture diverse che durante secoli hanno arricchito il patrimonio culturale, monumentale ed artistico della città; patrimonio che oggi possiamo ammirare nelle strade e nei musei. La leggenda vuole che Siviglia sia stata fondata da Ercole, così come è scritto su una delle porte di ingresso alla città: “Ercole mi edificò, Cesare mi cinse di mura e il re santo mi conquistò“. Se Ercole è una leggenda, la dominazione romana è realtà: Alcalá del Fiume, nelle vicinanze di Siviglia, fu lo scenario della battaglia finale in cui si affrontarono romani e cartaginesi (206 A.C).

Attirati dalla sue ricchezze, i Romani vi rimasero 700 anni. In due secoli conquistarono la Spagna (Hispania) e la divisero in province. La Betica (Beatica), con Corduba (Cordova) capitale, corrispondeva all’odierna Andalusia e divenne una delle più ricche province romane con una propria cultura. Qui venne fondata la prima colonia romana, Italica, così chiamata in ricordo dell’origine dei suoi fondatori.

Resti di colonne romane nel Barrio di Santa Cruz
Resti di colonne romane nel Barrio di Santa Cruz

Il periodo visigoto successivo alla caduta dell’Impero Romano è stato oscurato dallo splendore della Siviglia Islamica che raggiungerà l’apice intorno alla metà del secolo XII, quando ad Isbiliya (nome arabo di Siviglia) venne costruita la Moschea Maggiore, il cui minareto (La Giralda) costituisce il simbolo della città.

Dopo i musulmani, la città passa alla Corona di Castiglia per opera del Re Fernando III che la conquista nel 1248. Lo stesso concesse alla città numerosi privilegi. La città fu sede anche dei successori cristiani come Pietro I che proprio qui fece costruire la sua sontuosa residenza, lo splendido palazzo di Alcazar. Questo è il periodo della riconversione delle moschee in luoghi dedicati al culto cristiano. In questo periodo la Moschea Maggiore viene abbattuta per far spazio alla Cattedrale, simbolo indiscutibile della Siviglia riconquistata.

Casa de la contratacion
Casa de la Contratación oggi Archivo de Indias

Con la scoperta dell’America Siviglia si trasforma nel Porto delle Indie, il luogo dove arrivano le merci provenienti dalle Nuove Terre. È il periodo di massima fioritura della città. Nello stesso periodo Siviglia diventò anche la sede della Casa della Contrataciòn, istituto statale del commercio e delle finanze voluto da Isabella la Cattolica per controllare le attività e gli scambi commerciali con l’America. Fu proprio da questo momento che la città acquisì molta della sua importanza, fino ad essere considerata il punto d’incontro tra il Vecchio e il Nuovo Mondo. L’insediamento di nuove imprese commerciali portò ad un impressionante incremento demografico, così da diventare la terza città del mondo occidentale. Ma purtroppo nel 1717 a causa dell’insabbiamento del Guadalquivir, la Casa della Contratacion fu trasferita a Cadice e Siviglia visse un momento di lieve declino, anche causato da forti epidemie che dimezzarono la popolazione. Il secolo XVIII è il secolo in cui si costruisce la Fabbrica di Tabacchi, edificio industriale famoso per essere stato lo scenario delle avventure della Carmen di Bizet ed attualmente sede del rettorato dell’università di Siviglia. In questo periodo Siviglia inizia a diventare famosa nel mondo per l’atmosfera che la trasforma in una destinazione per viaggiatori romantici.

Fabbrica di Tabacco_1
Fabbrica di Tabacchi oggi sede Università di Siviglia

Fabbrica di Tabacco

Il primo grande avvenimento del XX Secolo è l’Esposizione Universale del 1929. L’Esposizione Ispano-americana lasciò alla città la Piazza di Spagna, la Piazza dell’America ed i padiglioni dei diversi paesi partecipanti, alcuni costruiti nello stile che evoca le culture autoctone precolombiane. Il secolo finirà con un’altra Esposizione, quella del 1992 che commemorava il V Centenario della Scoperta e che portò alla costruzione di strade, stazioni e linee ferroviarie ad alta velocità. Attualmente quella che fu sede dell’Esposizione, sull’Isola della Cartuja, si è trasformata in Parco Tecnologico dove ci sono le sedi di importanti imprese.

ULTIMI CONSIGLI E POI ….. PEDALAREEEEEE!!

Il mio primo consiglio per conoscere a fondo la città senza inquinare e facendo un esercizio fisico non faticoso e poco costoso è quello di utilizzare la bicicletta.

IMG_20180218_125619

L’amministrazione pubblica ha realizzato 180 e lanciato un servizio di noleggio biciclette chiamato Sevici: sono 2.600 i mezzi a disposizione presso le stazioni ed esistono abbonamenti sia a lungo sia a breve termine. Per incentivarne l’utilizzo i primi 30 minuti di noleggio sono gratuiti. La rete di piste ciclabili raggiunge tutti i quartieri e consente così di spostarsi liberamente da una parte all’altra di Siviglia e di raggiungere anche alcuni comuni dell’area metropolitana. Oggi la città andalusa è tra le dieci migliori città per andare in bicicletta e anche i sevillani si sono convertiti con entusiasmo a questo nuovo mezzo di trasporto, tanto che negli ultimi anni l’uso della bicicletta si è moltiplicato di 11 volte.

Per info, costi e tanto altro consultate il sito http://en.sevici.es/

IMG_20180222_153741

Prima di lasciarci vi consiglio di consultare alcuni blog molti interessanti dove troverete ulteriori testimonianze e materiale sulla fantastica Siviglia!

https://viaggiecuriositablog.wordpress.com/2018/03/02/erasmus-a-siviglia/ della mia amica e collega Sara Altamura.

https://narrabondo.wordpress.com/2018/03/09/primavera-2018-dove-andare/

https://wordpress.com/read/blogs/35367162/posts/5547 di Valerio Tavolazzi

https://luca701.wordpress.com/2018/02/25/tuttiluoghidelmondo-siviglia-spagna/ di Luca701

https://wordpress.com/read/feeds/73341425 di Carlosllll Gianesini

Non mi resta che augurarvi buona lettura!!!

Pronti, partenza, …….. VIAAAAAAA!!!

Annunci

4 pensieri riguardo “Sevilla”

  1. Ciao Elisa, grazie per aver citato il mio blog con riguardo a Siviglia.
    Da “spagnolista” convinto non può che farmi piacere. Ho letto anche le tue impressioni “in presa diretta” e devo dirti che trovo molto carina l’idea di rendere i tuoi lettori partecipi immediatamente di quelle che sono le tue sensazioni.
    Un saluto!

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Narrabondo! Grazie a te anche per aver accettato! In via del tutto amichevole volevo chiederti, qualora ne avessi intenzione e disponibilità, di aiutarmi a pubblicizzare il blog! Infatti l’ho creato in primis per condividere con gli altri utenti le informazioni raccolte durante i miei viaggi ma anche perche’ il raggiungimento delle 2000 visualizzazioni mi aiuterebbe in parte a superare un esame universitario, dal momento che frequento un’università di lingue! Ringraziandoti ancora una volta della.tua ddisponibilità ti auguro una buona serata!
      Elisa

      Mi piace

      1. Ciao Elisa, non so bene come fare – perché la rete segue regole imprevedibili – ma hai la mia disponibilità. Quel che ti posso consigliare è di farti vedere almeno agli inizi commentando i colleghi bloggers. Vedrai che farà piacere a tutti darti una mano. Ciao!

        Piace a 1 persona

      2. Grazie del consiglio! Se ti dovesse capitare di fare articoli che abbiano.a che fare con i miei puoi tranquillamente citarmi!
        Grazie
        Elisa

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...